Ok Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme
previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito o cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. Informativa estesa
You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

Auto elettriche, il futuro è più vicino

Auto elettriche, il futuro è più vicino

Ciao, era un po’che ti aspettavo, se sei qui è perché anche tu, come me, ti stai interessando alle auto elettriche, al progresso, all’ambiente e magari… perché no anche il risparmio.

Dal 1800 il motore elettrico ha suscitato grande interesse nei costruttori, è stato studiato, analizzato e, in quegli anni, sono stati effettuati anche alcuni prototipi.

Dagli anni in cui venivano studiate le alternative al motore termico, le cose sono cambiate, e tanto, molti grandi costruttori come Mercedes, Nissan, Fiat e molti altri, hanno sviluppato delle tecnologie affinchè, le auto da loro prodotte, potessero diventare producibili in scala e, dai piccoli motori su cui sono stati effettuati gli esperimenti, siamo arrivati al 2016 che la produzione in scala ha visto realizzare motori fino a 180cv; le auto elttriche sono ormai così ben inserite nella nostra vita che è stato presentato anche un campionato : Formula E.

Le auto elettriche, che oggi accompagnano chi nel progresso ha creduto, sono spinte da motori che, invece del convenzionale carburante, sfruttano l’energia elettrica di cui fanno scorte attraverso apposite bocchette di ricarica, questo tipo di vetture, avendo minori parti soggette ad usura hanno fatto registrare una migliore efficienza rispetto ai motori termici (un motore a benzina ha una efficienza energetica del 25-28%, un diesel si avvicina al 40%, mentre un motore elettrico a induzione in corrente alternata ha un'efficienza del 90%).

Purtroppo, le auto elettriche, non hanno tutti i vantaggi infatti, chi sceglie questo tipo di auto, dovrà accettare di scontrarsi con due grandi problemi (probabilmente risolti nei modelli in uscita nel 2017):

  •          L’autonomia ridotta, dovuta alla scarsa capienza delle batterie e alla necessità di rendere l’auto utilizzabile in pochissimo tempo
  •          La difficoltà di ricaricare la vettura, problematica in via di risoluzione grazie ai provvedimenti che l’Europa, e quindi anche l’Italia, sta adottando per poter favorire lo sviluppo di questo tipo di mobilità

Lo so, ti starai chiedendo, quali sono i produttori di auto elettriche, e forse anche quanto costa ricaricarne una vettura elettrica, nessun problema continua la navigazione nel nostro blog e scoprirai che i produttori sono i più disparati ma, soprattutto, il costo di ricarica è davvero conveniente rispetto ad un’auto termica.

 

Allora cosa aspetti?! Scegli una delle nostre vetture elettriche, addebitala in bolletta e scegli l’ambiente…

 

Go free, go green!

 

Un esempio di vettura elettrica? Ecco la Claase B prodotta da Mercedes